Alberobello

Un viaggio in Puglia non può dirsi tale senza una visita, anche breve, ad Alberobello. Questo paese con oltre 1000 coni nel centro storico dal 1996 è uno dei 54 siti italiani inseriti dall’UNESCO nella World Heritage List, rappresenta un luogo unico al mondo ed è impossibile non rimanere affascinati e colpiti dal suo impatto scenografico . Passeggiare per le vie di Alberobello è come essere immersi in una fiaba, per questo è un luogo amato da tutti: grandi e piccini. Alberobello è anche riconosciuto come uno dei “Borghi più belli d’Italia”

Recentemente Walt Disney ha realizzato anche un cartone animato su Alberobello, i personaggi si chiamano “trullalleri” e vivono in un luogo chiamato “Trulli land”

I trulli sono costruzioni in pietra a secco, costruite direttamente sulla roccia, senza fondamenta, con blocchi di pietra lavorati grossolanamente appoggiati gli uni sugli altri, senza calce per fissarli tra loro e ricoperti da una struttura conica di piccole lastre di calcare grigio.

I trulli furono costruiti perché alla fine del XV secolo Alberobello passò sotto la Contea di Conversano che esigeva che i trulli fossero eretti a secco secondo la tecnica della pietra ad incastro. Lo scopo del conte era quello di poterle demolire rapidamente in caso di ispezione da parte degli emissari del Regno di Napoli, per non pagare le tasse sulle abitazioni. Così Alberobello fu un borgo abusivo fino al 1797 quando i 3500 abitanti si ribellarono al giogo feudale.

I simboli sui coni dei Trulli hanno sempre destato grande curiosità. Sono disegnati a mano e con calce. Hanno origini e ispirazioni diverse: ebraismo, cristianesimo, paganesimo, elementi zodiacali e astrali.

Desideri ulteriori informazioni?